L’ESPERTO CONSIGLIA – LA PUBALGIA

La pubalgia è stata la prima patologia importante che ho imparato a trattare con una sola manovra. Sto parlando di quel tipo di pubalgia che interessa i muscoli abduttori sulla parte più interna e anteriore della coscia. È facile da diagnosticare perché se mettiamo la persona sdraiata supina, i muscoli della parte interna della coscia, nei pressi del pube rimangono dolorosi e contratti.
A riposo, il fastidio e il dolore non sono percepiti dal paziente a meno che non ci sia una pressione sui tendini e sulle loro inserzioni ossee mentre diventano molto evidenti e limitanti sotto sforzo.
La pubalgia viene considerata una patologia da sovraccarico, nel senso che i muscoli interessati sono contratti anche a riposo e creano uno stato di stress continuativo e irritativo sui punti di inserzione ossea a livello pubico.
È presente soprattutto in coloro che praticano attività sportive dove gli arti inferiori devono fare molti cambiamenti di direzione, un esempio tra tutti è il calcio.
il metodo BST non consiglia riposo, infiltrazioni, laser o ultrasuoni per la sua cura, cerca di diagnosticare quali sono i motivi per cui questa area è sensibile e i muscoli sono contratti. Quando vengono riconosciuti e trattati le persone possono tornare a giocare o correre o saltare dopo 2-3 giorni di assestamento post seduta.
Questo tipo di pubalgia, in genere, è dovuta a problemi di allineamento della sinfisi in quanto la branca pubica del lato dolente viene stirata verso il basso dalla eccessiva tensione degli adduttori o del muscolo gracile.
Una delle prime manovre da fare è il riallineamento del perineo e delle ossa ischiatiche per riequilibrare i muscoli addominali e i muscoli dell’arto inferiore, ma la vera causa della tensione degli adduttori è tutta nel primo raggio del piede, quello che termina con il dito alluce.
Infatti ruotandolo in direzione mediana, verso l’altro piede, si accentua il dolore inguinale /pubico e aumenta la tensione dei muscoli adduttori mentre nel senso opposto, verso l’esterno i muscoli si rilassano e il dolore si attenua o scompare.
Per risolvere questo problema nel piede, ci sono tre possibili correzioni da fare. Una volta individuata ed eseguita quella più idonea, istantaneamente gli adduttori ritornano al loro tono fisiologico, la pubalgia scompare e le persone possono dedicarsi di nuovo e senza problemi alle loro attività preferite.
Talvolta a livello pubico i muscoli sono perfettamente rilassati ma permane una certa dolorabilità alla pressione, allora con un pizzicotto si verifica la sensibilità della pelle. Se il pizzicotto provoca una spiccata reazione dell’interessato si “aggiusta” anche la pelle e il problema finisce lì.
BST: il corpo parla, impariamo ad ascoltarlo.

Dott. A. Roberto Banducci
medico chirurgo
studio: Via delle Rose 167
S. Anna, Lucca
telefono: +39 0583 312892
mobile +39 349 1054038
ar.banducci@bodyspeaking.it
banducciar@gmail.com
www.bodyspeaking.it

Pin It on Pinterest

Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi