La BST è una terapia manuale, un modo di interagire con il corpo del paziente, che consente di capire, riconoscere ed eliminare in tempi limitati i problemi funzionali ed algici del sistema muscolo scheletrico, anche conseguenti al coinvolgimento della funzione dei nervi, come sciatalgie ed ernie discali.

Le correzioni, dette riallineamenti, si effettuano solo manualmente, senza uso di macchine.

La Body Speaking Therapy è una delicata tecnica manipolativa di “riallineamento funzionale”, basata sulla fisiologia cutanea e neuro-muscolare, sulle sincronizzazioni delle varie parti del corpo nel movimento, in particolare quelle legate agli automatismi del camminare e sui compensi che “il sistema corpo” utilizza quando è disallineato e non può operare in maniera ottimale.

Obiettivi

Gli obiettivi primari da ricercare sono la distensione e l’allungamento fisiologico, intesi come mancanza di tensione del corpo con il ripristino del migliore equilibrio dinamico possibile.

L’articolazione o il sistema in equilibrio dinamico è quella che ha e mantiene la massima libertà e possibilità di movimento fisiologico in ogni direzione quale che sia la posizione in cui si trova, senza tensioni muscolari anomale oppure perdita di forza.

Questo obiettivo è raggiungibile tramite il riallineamento delle disfunzioni muscolo scheletriche e sensoriali, ovvero con la normalizzazione delle informazioni che dalla periferia, partendo dai recettori cutanei, muscolari, tendinei e articolari arrivano al sistema nervoso centrale. Quando questi recettori sono sotto stress inviano segnali di “malfunzione” che obbligano il cervello e il midollo spinale a regolare l’attività del sistema muscolo-scheletrico con regolazioni del tono muscolare che si manifestano come tensioni e “sub-dolori”, responsabili di rigidità e posture anomale.

Riportando i recettori nella neutralità anche le tensioni compensatorie scompaiono insieme al dolore e si ripristina la regolare mobilità locale e generale con un miglioramento della postura.

Cosa non è la Body Speaking Terapy

• La Body Speaking Terapy non è solo anatomia o casualità, è fisiologia del movimento, delle coordinazioni motorie, dei rapporti funzionali tra i diversi segmenti corporei.

• Non è “allungamento” di fibre muscolari o connettivali perché ogni componente del corpo ha le sue caratteristiche che è bene non modificare. Inoltre con la forza non si modificano le informazioni che causano l’effetto e se una parte del corpo, ad esempio un muscolo, è in un determinato stato è sempre per un motivo fisiologico ben preciso.

• Non è aggiungere nuovi input a strutture che lavorano in modo anomalo ma è eliminare l’origine delle informazioni errate che obbligano il corpo a compensare.

• Non è una terapia strutturale, anche se qualche manovra in tale senso esiste, ma è funzionale perché la struttura si muove seguendo la funzione.

• Non è atto di forza ma di delicatezza, di contatto ed ascolto. Quando il corpo viene toccato con delicatezza collabora e fornisce informazioni, se si sente aggredito o forzato si oppone irrigidendosi.

• Non è applicare solo la conoscenza teorica, è anche seguire le indicazioni pratiche che il corpo stesso fornisce ad esempio con la modificazione della sensibilità di zone specifiche che si manifesta solo in certe posizioni.

• Non è correggere il corpo, è aiutarlo a ripristinare le condizioni migliori di funzionalità e postura.

• Non è solo sbloccare articolazioni, è liberare, normalizzare la sensibilità delle parti più ricche di recettori come i tessuti molli e la pelle.

FacebookTwitterGoogle+LinkedInEmail