Dott. Roberto Banducci

Medico Chirurgo fondatore del metodo Body

Speaking Therapy

Si laurea nel 1979 all’Università di Pisa iscrivendosi all’Ordine dei Medici di Lucca e conseguendo in seguito la specializzazione in Anestesia e Rianimazione.

DSC_8375a

Esercita l’attività di medico di medicina generale dal 1982 al 2012,  dedicandosi, per allargare il proprio bagaglio culturale, anche allo studio di varie branche della  medicina integrata.

Dalla laser-terapia e laser-chirurgia alle tecniche dell’agopuntura del Dottor Mussat, dalla  medicina naturale,  all’omeopatia e fitoterapia.  Studia anche tecniche manuali orientali come lo shiatzu e la digito-pressione.

Attraverso la Chinesiologia Applicata del dott. Meerssemann e  il  Metodo INTEGRA  del dott. Roy Martina,  capisce come, con il test muscolare,  sia possibile avere dal corpo risposte precise a domande chiare. ”Interrogare il corpo” diventa un nuovo modo di rapportarsi all’essere umano, ai suoi bisogni, alle sue intossicazioni, ai suoi problemi  strutturali e dolorosi.

L’incontro con Raymond Sohier  lo porta all’uso di manipolazioni dolci che riallineano con movimenti quasi impercettibili e, in seguito, anche alla terapia chiropratica.

A metà degli anni ’90, nella sua ricerca per  identificare le  cause dei problemi motori nota l’importanza della correzione dei punti dolorosi della pelle. Questo gli fa intuire l’uso pratico dell‘omunculus sensitivus e  la scoperta dell’attività  di mani, piedi  e pelle nella produzione di tensioni e di dolori.

La comprensione del corretto modo di camminare  si rivela la  chiave di accesso fondamentale alla meccanica del movimento, alla comprensione delle disfunzioni muscolo scheletriche e delle loro terapie.

In una ricerca trentennale e dopo migliaia di pazienti, il Dott. Banducci elabora “il  Metodo BST, la Body Speaking Therapy, terapia che si fa “parlando con il corpo” per riallinearlo  rispondendo alle sue richieste.

Body-speaking

Attualmente è impegnato  nell’opera di sviluppo, utilizzo e insegnamento del Metodo BST.  

 

 

 

 

FacebookTwitterGoogle+LinkedInEmail